classe quinta – esercizi di stile

In occasione del Natale la classe ha preparato un copione in cui vengono descritti alcuni elementi tipici del Natale utilizzando stili e registri linguistici differenti. Il copione è scaricabile nell’area download/classe quinta cliccando su natale_copione_stili.pdf

Ho fornito ai bambini una traccia per descrivere il Natale (gli acquisti, il traffico, i regali, i compiti delle vacanze, i pasti in famiglia) e gli alunni hanno scritto il testo utilizzando un particolare punto di vista e “personaggio”: il matematico, il polemico, l’assente, il giornalista, il giovinastro, l’ampolloso, il rapper, il precisino, il burocrate, il social, il sorpreso, il rumorista, l’avvocato.

Gli Esercizi di stile, scritti dal francese Raymond Queneau (1903 – 1976) a cui è ispirato questo lavoro, constano di una trama raccontata in novantanove modi diversi, ognuno in uno specifico stile di narrazione. Furono pubblicati per la prima volta nel 1947. Il libro è stato pubblicato in Italia nel 1983 nella traduzione di Umberto Eco con testo originale a fronte. Una nuova edizione, con aggiunta di testi e una postfazione di Stefano Bartezzaghi è uscita nel 2001.
La trama è semplice e banale: verso mezzogiorno, su un autobus affollato, un uomo si lamenta con chi lo spinge di continuo e, non appena trovato un posto libero, lo occupa. Il narratore, due ore dopo, lo rivede da un’altra parte con un amico, che gli consiglia di far mettere un bottone sul soprabito.
Più che la vicenda, minima, sono le novantanove varianti stilistiche ad interessare il lettore. Queneau utilizza i più disparati registri linguistici per dirci sempre la stessa cosa e ci  mostra come nella parola e nella lingua siano implicite infinite potenzialità.
Queneau è stato scrittore, poeta, drammaturgo e matematico: approfondisce gli studi di matematica per farne uso come sorgente d’ispirazione in ambito letterario; gli “Esercizi di stile” ne sono un esempio.

Rispetto agli “Esercizi di stile” abbiamo scelto personaggi adeguati alla nostra epoca per cui, ad esempio, lo stile del telegramma è stato sostituito con l’sms, abbiamo inserito il “social” perennemente on line, il “rapper” e abbiamo adeguato le caratteristiche dei personaggi.

classe quinta – CLIL living in space

Questa attività è inserita nel progetto CLIL finanziato dal Comune di Borgaro; prima di affrontare il clil la classe aveva avuto modo di studiare e approfondire le conoscenze sullo spazio in Scienze.

launchpad1L’attività si è concretizzata con la realizzazione del libro scaricabile nell’area download/classe quinta cliccando su livinginspace_libro.pdf interamente scritto e illustrato dagli alunni.

Attraverso la presentazione di video e testi autentici curati da ESA e NASA sulla vita quotidiana degli astronauti nello spazio, la classe ha approfondito diversi ambiti lessicali di uso comune quali abbigliamento, parti della casa, mestieri, cibo, attività del tempo libero e azioni e routine della giornata.
Il lavoro è stato svolto sia per potenziare la comunicazione orale attraverso dialoghi e role playing sia per avviare alla scrittura di testi informativi in lingua inglese.
L’argomento è stato inserito nell’ambito del laboratorio svolto presso l’Osservatorio  Astronomico di Pino Torinese e di un progetto di filosofia intitolato “Il cielo stellato”.bridge1
Il lavoro è stato svolto prevalentemente attraverso lezioni in peer learning e cooperative learning, in cui i bambini hanno applicato le conoscenze/abilità maturate durante le attività di ascolto in interazione con le insegnanti.
La LIM ha facilitato la visualizzazione del brainstorming, la realizzazione di mappe lessicali, la conduzione e la condivisione dei lavori di gruppo e l’elaborazione del prodotto finale.
Tramite i netbook e la LIM è stato possibile accedere al materiale autentico (testi, opuscoli, e-book, articoli) e ai siti internet.

SCIENZE: con questo lavoro la classe ha approfondito la conoscenza sulla forza di gravità e sulla vita all’interno degli astronauti.

INGLESE: rispetto alla programmazione della lingua inglese sono stati seguiti i descrittori del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue straniere del Consiglio d’Europa con particolare riferimento all’utilizzo della lingua in ambiti lessicali d’uso quotidiano.

ARTE: gli alunni hanno curato tutta la parte di illustrazione del libro attraverso l’osservazione di immagini e video curati da ESA e NASA.

 

classe quinta – cellula e dna

Nell’ambito della programmazione di scienze della classe quinta ho realizzato un’attività di approfondimento sulla cellula e sul dna in cui la parte centrale del lavoro è costituita dalla realizzazione di semplici modellini.
mod_cellula_1Il prodotto finale (testi, disegni, fotografie di alcuni modellini di cellula e dna) sono scaricabili nell’area download/classe quinta cliccando qui: sci_APP_celluladna

Prima di questa attività ho caricato nella mia classe virtuale su blendspace una video-lezione con informazioni collegate a immagini tridimensionali per fornire un approfondimento delle conoscenze.

SCIENZE: l’attività ha come obiettivo la conoscenza della terminologia specifica e delle funzioni della cellula. Questo lavoro ha permesso di sviluppare l’abilità nel cogliere le informazioni e le tecniche di ricerca in ambito scientifico.
mod_dna_1Gli alunni hanno lavorato in una situazione concreta di progettazione, programmazione e costruzione in gruppi cooperativi al fine di sviluppare competenze specifiche quali l’organizzazione del pensiero e la capacità di compiere operazioni mentali diverse (analisi, classificazione, relazione tra elementi, associazioni di significati e funzioni, sintesi) testando il processo di traduzione di un progetto dalla fase di ideazione a quella di realizzazione e valutazione del prodotto.
Oltre alle competenze prettamente scientifiche, i bambini hanno incrementato, attraverso i gruppi cooperativi, la capacità di condividere le conoscenze perseguendo uno scopo comune e di individuare il canale comunicativo/espressivo coerente con l’obiettivo da realizzare.

La gratificazione per la riuscita ha concluso il lavoro in un’ottica inclusiva rispetto alle situazioni di difficoltà.

ITALIANO: l’elaborazione di un testo informativo di carattere scientifico è stata fatta a seguito sia della visione delle video-lezione sia della lettura e commento del libro di testo e di risorse reperite in rete.

Per il modellino della cellula è stato utilizzato semplice materiale portato dai bambini e messo in comune all’interno dei gruppi; per la realizzazione del modellino del dna ho acquistato bacchette di fil di ferro rivestite di plastica e le palline di polistirolo bianche che i bambini hanno colorato con i pennarelli seguendo le indicazioni.

classe quarta – attività trasversale sul libro Cuore

E’ possibile scaricare un lavoro svolto nell’ambito della programmazione di lingua italiana e seguendo alcuni degli obiettivi di Cittadinanza individuati nelle Raccomandazioni della Commissione europea.

In classe l’insegnante ha letto il libro Cuore di De Amicis.
Il lavoro è suddiviso in tre parti ed è scaricabile nell’area download/classe quarta cliccando sui tre file 01_Cuore_compagni, 02_Cuore_eventi, 03_Cuore_racconti.

04derossi2Nella prima parte del lavoro bambini hanno ricostruito gli aspetti salienti della storia attraverso il diario di Enrico, il protagonista.
In particolare si sono soffermati su:

  • la figura del maestro e la personalità degli alunni
  • le condizioni socio-economiche delle famiglie
  • le abitudini riferite al tempo libero
  • gli aspetti legati alla vita scolastica
  • le emozioni degli alunni rispetto e alla vita personale e di classe.

I bambini hanno quindi elaborato il passaggio dalla narrazione al vissuto (cosa racconta Enrico, come vivono i bambini di Cuore, quali sentimenti provano e quali esperienze vivono) esaminando i punti di continuità e di divergenza con la loro attualità.
Dal punto di vista linguistico questo lavoro è servito per analizzare il testo autobiografico e consolidare la produzione di testi di tipo descrittivo e narrativo.
I bambini hanno riscritto sinteticamente la storia non più come diario ma attraverso i singoli personaggi, cercando di entrare nel loro vissuto: per questo i testi sono in prima persona al tempo presente.

03calabrese006Nella seconda parte i bambini hanno analizzato alcuni degli eventi più significativi raccontati da Enrico. In particolare si sono soffermati su:

  • il confronto tra la scuola descritta e la nostra
  • i diritti dell’infanzia
  • i valori portanti della collaborazione e dell’accoglienza
  • la diversità come fonte di ricchezza

Oltre alla riflessione storica e sociale, il lavoro è servito per condurre i bambini a sintetizzare ed estrarre informazioni implicite.
La storia è stata riscritta dai bambini sotto forma di didascalia o di fumetto per passare da un registro narrativo descrittivo a uno stile di sintesi informativa.

racconti_01Nella terza parte I bambini hanno riflettuto sui valori che emergono dai racconti e hanno approfondito alcuni aspetti legati ad elementi geografici, storici e sociali.
In particolare si sono soffermati su:

  • la collocazione geografica degli eventi
  • l’evoluzione storica di mezzi e strumenti utilizzati dall’uomo
  • le istituzioni e la legalità (con riferimento al territorio)
  • il valore della famiglia e il senso di appartenenza allo Stato
  • il valore della cooperazione e la gestione dei conflitti.

Questo lavoro ha costituito un momento di forte riflessione in classe in cui i bambini hanno discusso e dialogato confrontandosi su temi delicati e complessi attraverso esperienze narrate con un linguaggio loro appropriato.
A livello linguistico questa attività è stata utilizzata per consolidare l’abilità di riassumere e di sintetizzare esprimendo i concetti in poche parole.

Il lavoro sui testi è stato svolto in gruppi cooperativi, mentre le illustrazioni sono state realizzate individualmente, il più delle volte su base volontaria.

 

classe quarta – CLIL speaking pictures

l lavoro è stato svolto nell’ambito del progetto CLIL finanziato dal Comune di Borgaro Torinese.
flamingoNell’area download/classe quarta cliccando su speakingpictures_libro.pdf si può scaricare il prodotto finale realizzato dai bambini: i testi sono strati scritti in gruppi cooperativi, le immagini sono state importate alla lim dove, con lo strumento cattura schermata, sono stati ritagliati i particolari.
Per aiutare i bambini nell’osservazione e nella descrizione dei particolari è stato fatto vasto uso dello strumento zoom e riflettore che permette di ingrandire e illuminare un particolare oscurando tutto il resto.

ARTE: con questoi lavoro i bambini hanno avuto un primo approccio alla conoscenza di alcuni grandi pittori e delle tecniche utilizzate.
Ci siamo soffermati sulla scelta del colore, sulla prospettiva e sull’aspetto interpretativo della realtà

INGLESE con questa attività i bambini hanno consolidato e ampliato la conoscenza delle funzioni linguistiche utilizzate per descrivere.
Hanno avuto modo di migliorare la capacità di comunicazione perchè, diversamente dalla classica presentazione di una struttura a cui segue la pratica, qui hanno dovuto scegliere quali strutture utilizzare andando a ricercare e selezionare le funzioni necessarie tra tutto ciò hanno precedentemente appreso.

Inizialmente ai bambini è stato proiettato un quadro alla lim; in unfood brainstorming che ha coinvolto l’intera classe sono stati raccolti i vocaboli e le strutture necessarie per descrivere il quadro.
A gruppi i bambini hanno lavorato su un quadro o su un particolare con l’obiettivo di esporre alla classe una descrizione orale.
La maggior parte del tempo è stata dedicata all’ascolto e all’allenamento orale delle funzioni linguistiche.

Dopo la parte orale, sempre a gruppi, i bambini hanno iniziato la fase di realizzazione del prodotto finale cimentandosi nella scrittura dei testi.
A ogni gruppo è stata affidata la desc rizione di un particolare diverso, nella rotazione dei gruppi è stato “ricostruito” il quadro e alla lim è stato condiviso il lavoro.
I gruppi hanno utilizzato i vocaboli scritti solo in inglese alla lim e le strutture apprese nella fase orale. Si è scelto di proiettare i vocaboli perchè l’abilità nel writing è ancora da consolidare: in seguito a  questa attività si è notato un notevole miglioramento nella correttezza.

I tempi per il lavoro sono stati scanditi dal cronometro della lim che ha permesso un utilizzo razionale del tempo specialmente nella rotazione dei gruppi cooperativi.

classe terza – CLIL My town

town_1Questo progetto CLIL è stato finanziato dal Comune di Borgaro e svolto durante le ore curricolari da un’esperta, l’insegnante Maria Mainini e dall’insegnante di classe.
E’ stato scelto di consolidare il lessico e le strutture linguistiche necessarie per descrivere un luogo, chiedere e dare informazioni in lingua inglese attraverso lo studio della città in cui i bambini vivono.
Come prodotto finale è stato realizzato un e-book con Primi libri (scaricabile da vbscuola).
Qui è riportata la versione pdf scaricabile dall’area download/classe terza cliccando su mytown_libro

GEOGRAFIA: Questo lavoro si inserisce nella programmazione di geografia che prevede tra gli obiettivi la conoscenza del territorio sia dal punto di vista urbanistico come capacità di orientarsi, sia dal punto di vista dei servizi che offre.

In un primo momento è stato fatto un brainstorming sul lessico necessario per descrivere una città focalizzandosi sulle parole note e quelle da apprendere.

town_2In seguito sono state effettuate uscite sul territorio in cui le insegnanti, con un utilizzo costante della lingua inglese, hanno introdotto le nuove strutture e permesso di consolidare il lessico e le funzionalità linguistiche necessarie per chiedere e dare informazioni stradali, spiegare dove si trova un edificio e descriverlo. Durante queste uscite sono state scattate le fotografie dei luoghi.
I bambini, di volta in volta, hanno allenato oralmente le funzioni linguistiche facendo domande o rispondendo alle richieste delle insegnanti.

La fase conclusiva ha visto i bambini lavorare in gruppi cooperativi per elaborare i testi riferiti a ogni fotografia.

classe quarta – European families

L’attività è stata svolta come ripasso e consolidamento di diversi ambiti lessicali: la famiglia, le descrizioni, la provenienza. visoParte dall’idea di realizzare un album con power point su famiglie residenti nei diversi Paesi dell’Europa.
Il prodotto finale è scaricabile nell’area download/classe quarta cliccando su family_1_libro.

LINGUA INGLESE: è stato consolidato il lessico relativo ai membri della famiglia, agli elementi per descrivere il volto, alle Nazioni europee.
Sono state consolidate le strutture linguistiche riferite alla prima persona singolare e sono state apprese quelle relative alla terza persona singolare nel chiedere informazioni e fare descrizioni.
Sono state utilizzate le funzioni per chiedere e dire il nome, l’età, la provenienza, la composizione della famiglia, la descrizione dei singoli membri, la descrizione della bandiera.

europaGEOGRAFIA: il lavoro è stato occasione di studio della collocazione dei diversi Stati dell’Europa e delle relative bandiere con un approfondimento sui Paesi che compongono il Regno Unito.

I bambini hanno lavorato in gruppi cooperativi: ad ogni gruppo è stata assegnata una Nazione e fornita una struttura da seguire; è stato chiesto di scegliere per i componenti delle famiglie nomi adeguati rispetto alla nazionalità e di  descrivere la bandiera dello Stato. bandieraI gruppi hanno ruotato in modo da rivedere i testi e condividere le conoscenze acquisite su ogni Stato.
Il lavoro dei gruppi è stato montato in un unico file in power point.